Come impostare correttamente il tuo profilo IG

Il tuo profilo Instagram non decolla? Sei sicuro di aver impostato tutto a regola d’arte?

Per impostare un profilo Instagram di successo hai bisogno di:
– un username facilmente ricercabile
– un nome utente ottimizzato
– una foto profilo rappresentativa
– una bio accattivante
– un link a una pagina di destinazione pertinente al profilo
– e ovviamente delle belle foto!

Approfondiamo insieme cosa e perché.

1 – Username

gommetta marketing

Lo username è fondamentale per una pagina IG di successo!

Sii diretto. Scegline uno in grado di trasmettere chi sei, cosa fai. L’username deve rispecchiare te, il tuo brand e la tua nicchia ovviamente.

Sii coerente. Neanche a dirlo: usa lo stesso identico username su tutti i tuoi canali social. I tuoi follower devono poterti trovare facilmente su tutte le piattaforme, senza entrare in confusione.

2 – Nome utente

katiuscia mari

ATTENZIONE: non confondere il nome utente con lo username!

Il nome utente è ciò che sta nella riga prima della bio ed ha sostanzialmente due funzioni chiave:
mostrare il tuo nome (o il nome della tua azienda) sul profilo
classificare il tuo account nelle varie sezioni Search di Instagram, Google, etc. etc.

Porto sempre l’esempio di un mio cliente, brand internazionale di make-up, molto conosciuto all’esterno e meno in Italia.
Le indicazioni nella Brand Comunication dalla sede centrale erano quelle di mettere solo il nome del brand sul profilo instagram ma, non essendo molto conosciuto,le persone non riuscivano a capire il contenuto della pagina nelle ricerche.

Abbiamo fatto un test e abbiamo aggiungo la semplicemente “make-up” nel name su Instagram e in una sola ora abbiamo fatto +100 followers!

Questo perché, inserendo nel name la keyword ottimizzata per il profilo, esso compariva alle persone che digitavano la keyword nella ricerca, aumentando così le visualizzazione e quindi anche le possibilità di essere seguiti.

3 – Immagine profilo

Se sei un brand o un’azienda la scelta migliore è sicuramente il logo.

Se offri un prodotto o un servizio o non sei molto affermato l’ideale è mettere nella foto il prodotti/servizio di punta.

4 – Biografia

La bio è una sorta di breve descrizione. Brevissima a dire il vero: Instagram ti consente solo 150 caratteri.

Con 150 caratteri io non ci scrivo nemmeno i miei dati anagrafici, però, come già detto un milione di volte, il tempo che impieghiamo per catturare l’attenzione delle persone è un aspetto fondamentale, ed Instagram ti sprona a giocarti bene questa carta.

SUPER TIP: per scrivere la bio in maniera ordinata, come fanno i migliori influencer del pianeta, esiste solo un metodo efficace.
Scrivila sulle note del telefono, copiala e incollala. In questo modo avrai la possibilità di disporla sotto forma di lista!

Come scrivere una Biografia di successo:

  • Nomina le keyword relative alla tua nicchia.
    Puoi includere il tuo settore, il tuo lavoro, il tuo titolo di studio o anche i tuoi hobby e le tue passioni.
  • Specifica i tuoi obiettivi.
    Se ne hai non nasconderli, Instagram non ti giudica.
  • Mostra i tuoi risultati.
    Se hai già raggiunto degli obiettivi (hai vinto dei premi per esempio?) scrivilo pure. Dai credibilità al tuo account.
  • Localizzati.
    Se sei un’azienda fisica o operi in un determinato luogo fallo presente: darai maggior sicurezza agli utenti. Fatti trovare.
  • Dai modo ai tuoi follower di comunicare con te.
    Inserisci una e-mail, un numero di telefono o, come già accennato prima, un indirizzo.
  • Call to action.
    La call to action è un’arte, una delle cose più importanti su Instagram e nel marketing in generale. Se il tuo obiettivo è ottenere un risultato concreto, l’invito all’azione che farai ai tuoi follower farà tutta la differenza del mondo tra dei discreti risultati e degli ottimi risultati.

 

5 – Inserisci il link

Una delle più grandi limitazioni di Instagram è l’impossibilità di condividere link cliccabili nei post.

A differenza di altri social network, Instagram non permette di aggiungere link ai post.
L’unica parte in cui è possibile aggiungere link è nel campo ‘sito web’ della tua bio.

Molte aziende tendono ad utilizzare questo link per rimandare alla loro homepage, o per indirizzare il traffico verso una landing page o un contenuto particolare. Disponibile solo per i titolari di account Instagram verificati, esiste la possibilità di aggiungere link alla loro Instagram Stories purché abbiano raggiunto 10.000 follower o più.

Ma come convincere i tuoi visitatori a cliccare quell’unico link ammesso?
Solitamente nel copy dei post si usa il rimando “link in bio” e il gioco è fatto!